Torino

Torino è la città in cui sono nato, la città vicino a cui abito, un luogo nel quale difficilmente potrei abitare, troppo assuefatto come ormai sono agli spazi liberi della campagna in cui da sempre vivo, ed è tuttavia la città che amo.

È un amore sbocciato e cresciuto con l’età, rafforzatosi via via con il trascorrere degli anni, con la mia maturazione intellettuale ed il raggiungimento dell’indipendenza, che mi hanno consentito di conoscere più a fondo questa città per me magnifica, di gustarne le innumerevoli bellezze, di scoprirne gli angoli più incantevoli, di viverne le intensissime notti e i delicati mattini, di godere della sua immensa e aristocratica classe e della sua genuina semplicità; il tutto cancellando i miei pregiudizi nei suoi confronti, preconcetti di bambino che in quel luogo vedeva qualcosa di buio e poco rassicurante.

Torino è una città quasi unica, con gli splendidi monti posti come custodi alle sue spalle, la serena pianura e la dolce collina che la accolgono, il largo fiume che l’attraversa; gli infiniti viali alberati posti a squadra l’uno con l’altro che regalano intensi scorci ad ogni angolo, le basse case del centro sovrastate dalla Mole, i magnifici e nobili palazzi. Tutto ciò mi ha sempre regalato un senso di piacere e di meraviglia assai intensi; porsi al centro della splendida Piazza Castello e ruotare il proprio sguardo per godere della vista di Palazzo Reale, poi di Palazzo Madama nei suoi due stili architettonici differenti, per poi gustare Via Po con al termine l’immensa Piazza Vittorio e la chiesa della Gran Madre e la collina come sfondo, e infine ruotare ancora un po’ per scorgere la stazione di Porta Nuova al fondo della ricca Via Roma, con Piazza San Carlo e i suoi splendidi portici.

Moltissimi sono i tesori di questa città che io amo, innumerevoli le emozioni che sa suscitare, pressoché infiniti gli angoli ospitali di questo abitato, di questo grande cuore pulsante che ogni volta che raggiungevo dalla collina mi pareva che bastasse allungare un braccio per poterlo reggere sul palmo della mia mano.

7 Commenti

  1. Torino, e tutto il Piemonte, sono tra le poche regioni d’Italia su cui non ho mai messo piede … c’è da rimediare quanto prima mi sa

  2. Avevo letto su un libro, qualche tempo fa:

    “Torino, il modo piu’ economico per andare a Parigi”